Collana Cultura Gospel

GLI ULTIMI SONO PRIMI

Analisi del risveglio religioso fra gli indigeni Chamula del Chiapas (TESI di Laurea)

 

autore: Alessandro Cannariato

collana cultura gospel (tematica: sociologia della religione) © Copyright 2013 edizioni VERBANO LIFE-EMAN

Prima edizione 2013.

ISBN: 9788890943904   EURO 10,00

Biografia autore

Alessandro Cannariato, si è formato presso la tenda missionaria “Cristo è la risposta” laureandosi in Lettere e filosofia all’Università “Federico II” di Napoli. Attualmente collabora con l’Osservatorio sul pluralismo religioso di Torino, con l’Associazione Verbano life onlus nell’ambito della sezione culturale del Laboratorio studi musicali EMAN. E’ responsabile della missione “Esodo” che si occupa di solidarietà tra i senza fissa dimora della metropoli torinese

 

Abstract:

Il numero dei protestanti in Chiapas secondo le statistiche nazionali (INEGI) è del 20% circa. Secondo il CEDECH (comitato di difesa evangelica del Chiapas) sale al doppio, il 40%.
Sia nel primo che nel secondo caso il dato è impressionante.
La particolarità di questi territori è legata a questioni etniche. La maggioranza delle popolazioni è indigena e come tale trascurata dalle politiche nazionali.
Negli ultimi decenni in concomitanza con l’entrata in vigore del NAFTA (North American Free Trade Agreement), un accordo tra Messico, USA e Canada per l'agevolazione delle attività commerciali, agli indigeni sono state sottratte le terre che coltivavano secondo l’ejido, un regime di proprietà dove i terreni e i beni prodotti sono comunitari.
Da quando le multinazionali, con l’appoggio del governo, acquistano i territori gli indigeni si vedono privati del loro mezzo di produzione che equivale alla sopravvivenza secondo un’economia di sussistenza.
Alla destrutturazione economica, si aggiunge l’onere delle tradizioni religiose legate al sincretismo religioso cattolico (caciquat). Tale sistema obbliga le famiglie indigene a comprare i prodotti del mercato religioso, secondo i monopoli stabiliti dai gruppi di potere (caciques) e a consumarli, specialmente alcolici, durante le feste che in queste zone sono molto frequenti.
Secondo molti antropologi il sistema pre-coloniale delle feste ha rappresentato la base per la stabilità sociale ed economica delle comunità indigene. Nell’economia precapitalistica le spese rituali di cui a turno si facevano carico le varie famiglie avevano una funzione redistributiva dei ruoli, la festa contribuiva a livellare la società impedendo lo sviluppo di figure imprenditoriali che potevano minacciare il legame comunitario.
Il caciquat legato al violento capitalismo è strumento di oppressione e sfruttamento.
Alla domanda di riscatto delle popolazioni indigene i movimenti protestanti e pentecostali in particolare hanno offerto la loro risposta religiosa che ha risvolti economico sociali.
La conversione al pentecostalismo, che meglio si sposa con la cultura locale, offre un’alternativa allo sfruttamento e al monopolio del caciquat. L’esito alle conversioni di massa sarebbe stato inevitabilmente un conflitto. Cosi è stato. Nel 1981 è stato ucciso il primo martire Miguel Gomez Hernandez. In 40 anni di storia della chiesa indigena sono stati espulsi dai loro villaggi circa 40.000 evangelici.
I nuovi movimenti di religiosi di origine protestante (battisti, metodisti, pentecostali che in Chiapas assumono connotazioni autoctone) hanno messo in discussione il vecchio sistema politico religioso. Le conversioni di massa hanno prodotto la restaurazione culturale lacerata dal disorientamento prodotto del brusco capitalismo.
I pentecostali sulla linea delle tradizioni comunitarie tipiche di queste zone si sono riorganizzati formando grandi comunità (colonie) dove vivere assieme la nuova fede e la vita sociale.
Anche a questo è legato il successo dei protestanti in grado di mobilitare grandi masse e di entrare nella vita politica della nazione.
Ad oggi le autorità federali riconoscono il lavoro svolto dai pastori protestanti attribuendo ai mutamenti religiosi il declino del tasso di alcolismo, tabagismo, criminalità, da decenni in crescita in Chiapas.

 

AGOSTINO e il suo percorso a Dio  nelle Confessioni (TESI di Laurea)

autore: Maria Canale

 

collana cultura gospel (tematica: filosofia e teologia) © Copyright 2014 edizioni VERBANO LIFE-EMAN

Prima edizione 2014.

ISBN: 9788890943911    EURO 12,00

 

Presentazione:

Breve e sofferta riflessione sulla precarietà dell’esistenza dell’uomo, sulla sua ricerca di Assoluto e sull’appagante Incontro con la Rivelazione.

Biografia autore

Maria Canale è nata l’8 marzo1952. Ha trascorso l’infanzia a Prizzi (PA), si è laureata in Filosofia all’Università di Palermo e ha conseguito l’Abilitazione all’ insegnamento a Milano.

E’ residente a Verbania, dove insegna Italiano e Storia presso l’Istituto C. Ferrini. E’ docente di italiano L2, esaminatrice C.E.L.I. (attestato rilasciato dall’Universita per stranieri di Perugia) e relatrice in diversi convegni sulla Storia del Novecento e sulle problematiche relative al disagio giovanile. Ha partecipato come docente ai progetti europei C.L.I.L. Socrates, Leonardo Da Vinci e Comenuius. Ha effettuato diverse esperienze all’esterocome insegnante: in Francia, Repubblica Ceca, Germania, Finlandia, Ungheria. E’ amante degli animali e si occupa di volontariato. E’ inoltre autrice di articoli sulle problematiche giovanili e dei libri Dalle Foibe al giorno del Ricordo (Alberti editore) e Agostino e il suo percorso a Dio nelle Confessioni (edizioni Eman). Già consigliere comunale a Verbania e Presidente della Commissione Istruzione-Cultura e servizi alle persone dal 2009 al 2013. E’ Presidente dell’Associazione Verbano life onlus e docente di Storia del cristianesimo nell’ambito del progetto EMAN laboratorio studi musicali.

LEGGERE CHE BELLEZZA !

Centenario della Grande Guerra 1914-2014

Autore: Maria Canale

 

Collana cultura gospel (tematica: storia contemporanea, poesia) © Copyright 2015 edizioni VERBANO LIFE-EMAN

Prima edizione 2015.

ISBN: 9788890943928   EURO 12,00

 

 

 

 

NESSUNO E' COME TE

Autore: Maria Canale

nessuno-come-te

Collana cultura gospel (tematica: sociologia ) © Copyright 2016 edizioni VERBANO LIFE-EMAN

Prima edizione 2016.

ISBN: 9788890943935 Euro 15.00

 

Presentazione:

questo libro nasce da due desideri trasmettere ai giovani la passione per la lettura, far comprendere che leggere è come compiere un viaggio in un paese inesplorato; conoscere e ricordare il Centenario della Grande Guerra significa entrare nella mente e nel cuore di una generazione perduta, che ha sofferto e combattuto come i nostri nonni, per i rispettivi Paesi.

Biografia autore

Maria Canale è nata l’8 marzo1952. Ha trascorso l’infanzia a Prizzi (PA), si è laureata in Filosofia all’Università di Palermo e ha conseguito l’Abilitazione all’ insegnamento a Milano.

E’ residente a Verbania, dove insegna Italiano e Storia presso l’Istituto C. Ferrini. E’ docente di italiano L2, esaminatrice C.E.L.I. (attestato rilasciato dall’Universita per stranieri di Perugia) e relatrice in diversi convegni sulla Storia del Novecento e sulle problematiche relative al disagio giovanile. Ha partecipato come docente ai progetti europei C.L.I.L. Socrates, Leonardo Da Vinci e Comenuius. Ha effettuato diverse esperienze all’esterocome insegnante: in Francia, Repubblica Ceca, Germania, Finlandia, Ungheria. E’ amante degli animali e si occupa di volontariato. E’ inoltre autrice di articoli sulle problematiche giovanili e dei libri Dalle Foibe al giorno del Ricordo (Alberti editore) e Agostino e il suo percorso a Dio nelle Confessioni (edizioni Eman). Già consigliere comunale a Verbania e Presidente della Commissione Istruzione-Cultura e servizi alle persone dal 2009 al 2013. E’ Presidente dell’Associazione Verbano life onlus e docente di Storia e filosofia nell’ambito del progetto EMAN laboratorio studi musicali.

 

 

 

presentazione:

Questo libro contiene una serie di colloqui, incontri, testimonianze, racconti: ogni persona con la quale ho parlato , tutti ibambini e le ragazze e i ragazzi con la sindrome di Down che ho conosciuto mi hanno trasmesso delle intense e profonde emozioni e a tutti desidero dire: grazie, perché mi avete ragalato con i vostri sorrisi e le vostre parole una straordinaria sensazione di bellezza, di genuinità e di purezza.

Grazie di esistere!